Ricominciamo da capo? Messaggio al Gruppo di Volpedo.

120 ANNIVERSARIO FONDAZIONE DEL PARTITO DEI LAVORATORI
GENOVA SALA SIVORI – SABATO 30 GIUGNO 2012

A 120 anni dalla nascita del Partito del Lavoratori italiani, PSI dal 1895, è arrivato il momento di ripensare ad una soggettività socialista, aperta, organizzata e strutturata, che contribuisca al ripensamento della sinistra italiana. Una soggettivita’ socialista che, nel senso piu’ democratico e trasparente, coinvolga tutte quelle forze, quelle soggettivita’ e quei filoni ideali del socialismo italiano interessate a riprendere il ragionamento di uno “stare insieme”, di una lotta comune, con l’obiettivo di creare, anche in Italia, un punto di riferimento per i deboli nelle societa’.

Continua a leggere “Ricominciamo da capo? Messaggio al Gruppo di Volpedo.”

Annunci

E’ tempo che il Partito Socialista Italiano chiarisca la sua vocazione politica.

E’ tempo che il Partito Socialista Italiano scelga, senza più tentennamenti, cosa vuole fare da grande.

Dopo le dimissioni di Berlusconi e l’incarico a Monti di formare un nuovo Governo, si era capito come l’accordo di Vasto, ed il suo allargamento al PSI come quarta gamba, fosse da ritenersi una esperienza chiusa, essendo svanite le elezioni anticipate. Totalmente da dimenticare, fortunatamente, il tentativo susseguente del Partito di avviarsi verso una alleanza di stampo centrista inserendosi tra il PD di Bersani e l’UDC di Casini. Tentativo, questo, miseramente fallito all’Assemblea nazionale di Fiuggi per la mancanza dei due leader alla chermesse. Il dopo Fiuggi è stato solo un walzer di dichiarazioni confuse corollate dalla inattesa fiducia al Governo Monti.

Ed arriviamo, oggi, a testimoniare una realtà sconfortante in cui il PSI cade nell’incertezza della propria missione e della propria collocazione politica.

Continua a leggere “E’ tempo che il Partito Socialista Italiano chiarisca la sua vocazione politica.”

Lettera agli incompresi. Un brutto sogno tra grandi ideali e piccole segreterie

Questa mia breve missiva è rivolta a tutti i laici, libertari, riformisti, socialisti e liberal-socialisti nella sinistra italiana. A chi ama la libertà. Non solo come idea ma come pratica politica. Oserei dire, come faro nell’organizzazione della politica.
Oggi a me interessa rivolgermi a chi è felicemente tesserato (i.e. PSI, SeL, Verdi, ecc), a chi è infelicemente tesserato in perenne minoranza ed in costante lotta, ed a chi si sente senza alcuna casa politica in quanto vede le sue idee troppo distanti dalla direzione politica indicata.

Continua a leggere “Lettera agli incompresi. Un brutto sogno tra grandi ideali e piccole segreterie”

Sul superamento della mediocrità.

Iniziamo dai più volenterosi…iniziamo da un modus vivendi.

Iniziamo con il dire che la libertà di un individuo è vera libertà se il contesto in cui si dovrebbe manifestare è scrostata dal “giudizio” degli altri su scelte, stili, movenze, idee.
La libertà di un individuo, che in generale non ha colore politico ma è di sinistra se estesa egualmente a tutti gli altri membri della società, è anche espressione dell’approccio culturale ed umano degli altri individui all’interno di una stessa comunità.

Continua a leggere “Sul superamento della mediocrità.”

Libertà, opposizioni e Libertà ed Eguaglianza.

LA LIBERTA’

La libertà ha un prezzo. Punto.

Tutti noi sappiamo che più si vuol essere liberi più alto è il prezzo da pagare. I termini di pagamento sono molto semplici e non derogabili. Conquistare la libertà spesso significa perdere la vita. L’agiatezza, la comodità, la spensieratezza di vivere nella libertà conquistata rende spesso i popoli pigri e svogliati. Certo, con modalità diverse in tempi diversi.

Continua a leggere “Libertà, opposizioni e Libertà ed Eguaglianza.”

Libertà ed Eguaglianza. Cosa è. Cosa sarà.

Vorrei chiarire alcuni punti sul perché dell’esistenza e della necessità di un soggetto politico come Libertà ed Eguaglianza. I motivi ispiratori sono da ricercare essenzialmente nella Seconda Dichiarazione Politica dove si afferma che un nuovo modello politico a sinistra è possibile. Più compiutamente, “una sinistra che nasca dai cittadini e che si sviluppi sui territori. Una sinistra che ricerchi costantemente, e dal basso, una sintesi tra il meglio del pensiero liberale ed il meglio del pensiero socialista.”

Continua a leggere “Libertà ed Eguaglianza. Cosa è. Cosa sarà.”