manuel santoro convergenza socialista socialismo

Una via d’uscita socialista.

Se i socialisti italiani volessero provare a fare la storia e non solo ammirarla stancamente da lontano, dovrebbero, come atto primo, ricercare tutte le possibili occasioni di avvicinamento umano e politico che lo svolgere della politica permette. Questi casi non capitano spesso ma, avvolte, quando capitano, vanno afferrati senza perplessità. Alcuni giorni fa scrissi che le primarie, se usate bene, potevano rivelarsi il mezzo per una rinascita socialista in questo Paese all’interno di un progetto, di lungo termine, di ricostruzione della sinistra in Italia. Mi riferivo alla reale possibilità di costruire una casa comune, una casa dei socialisti, all’interno della quale far emergere un costante perseguimento teorico, pratico e morale dell’ideale socialista. Ideale che ha il suo cuore nel “portare avanti tutti quelli che sono nati indietro”. Non ha alcun senso, oggi, lavorare per aggregare tutti i socialisti in diaspora, e sono tanti, senza una rottura frontale con l’inesistenza dell’attuale analisi ed azione socialista. Le primarie potranno essere occasione di riscatto per il mondo socialista solo se tale occasione nascerà sulla rottura rispetto alle priorità politiche e programmatiche dell’attuale dirigenza socialista.

Continua a leggere “Una via d’uscita socialista.”

Annunci

Tra PSI, Primarie e Socialismo.

Più di una volta, nell’ormai lontano passato, scrissi che il Partito Socialista Italiano aveva il compito di diventare epicentro di un percorso di aggregazione di tutte le realtà socialiste presenti nel Paese, e, successivamente, dialogare con tutte quelle forze di sinistra concordi nell’intraprendere un percorso comune verso la costituzione di una sinistra di stampo prettamente socialista. Una sorta di convergenza di tutte le energie socialiste disponibili su idee, idealità e programmi che hanno nella libertà, nell’eguaglianza e nella giustizia sociale le direttrici di una politica virtuosamente socialista. Naturalmente tutto ciò è stato, e rimane, il mio pensiero relativamente alla direzione politica che il PSI avrebbe dovuto intraprendere, e dovrebbe tutt’oggi  intraprendere.

Continua a leggere “Tra PSI, Primarie e Socialismo.”

Lettera agli incompresi. Un brutto sogno tra grandi ideali e piccole segreterie

Questa mia breve missiva è rivolta a tutti i laici, libertari, riformisti, socialisti e liberal-socialisti nella sinistra italiana. A chi ama la libertà. Non solo come idea ma come pratica politica. Oserei dire, come faro nell’organizzazione della politica.
Oggi a me interessa rivolgermi a chi è felicemente tesserato (i.e. PSI, SeL, Verdi, ecc), a chi è infelicemente tesserato in perenne minoranza ed in costante lotta, ed a chi si sente senza alcuna casa politica in quanto vede le sue idee troppo distanti dalla direzione politica indicata.

Continua a leggere “Lettera agli incompresi. Un brutto sogno tra grandi ideali e piccole segreterie”

La mia idea di Liberta’

Nell’ambito del progetto casa comune, intesa come “un patto di consultazione e operatività permanente tra compagni” mi permetto di fare alcune valutazioni su alcune idee portanti e fondativi di una forza laica, liberale, libertaria e socialista. Le mie saranno solamente personali esternazioni che, in modo laico, ricercano un confronto, anche critico, e che, spero, vengano intese come un contributo alla costruzione della casa comune.

*************************************************************************

Continua a leggere “La mia idea di Liberta’”