Syriza vince (in Grecia) e (in Italia) non ci sono scorciatoie

Dobbiamo prima di tutto guardarci attorno e noteremo che siamo lontani anni luce dalla Grecia. Non tanto per la mancanza di forze autorevoli e numericamente corpose di sinistra o socialiste ma per la mancanza di interesse e di stimoli a costruirne una. Qualche tempo addietro facevo notare ad un mio interlocutore che per le vie, per i bar, nelle piazze di Italia non si parla … Continua a leggere Syriza vince (in Grecia) e (in Italia) non ci sono scorciatoie

Ricerchiamo una militanza politica partecipata e territorialmente attiva

In un Paese che non cresce socialmente da troppi anni, in un’Europa che si accorge che anche la locomotiva tedesca è destinata a rallentare e fermarsi sgretolando, così, una impostazione macroeconomica del tutto fallace, e in un mondo dove regna sovrano l’imperialismo economico il quale condiziona fortemente la politica sino ai livelli più alti e suddivide i morti economicamente e politicamente importanti da quelli meno … Continua a leggere Ricerchiamo una militanza politica partecipata e territorialmente attiva

CS rappresenta la speranza socialista

Il gruppo Convergenza Socialista si sta costituendo giuridicamente in partito politico. Partito socialista, autonomista e di sinistra. Certamente una decisione difficile e coraggiosa ma, oggi più che mai, necessaria, tenuto conto della confusione politica e organizzativa della galassia socialista in questo Paese. Convergenza Socialista ha un solo compito. Quello di far riemergere l’azione socialista nei municipi, nei comuni italiani. Non iniziamo con organi nazionali, regionali … Continua a leggere CS rappresenta la speranza socialista

‘Convergenza Socialista rilancia un pensiero storico.

Gentile Direttore, condivido lo spirito, l’impostazione e i contenuti dettagliati nelle sue riflessioni. Lei ha toccato diversi punti, sia di metodo sia di merito, che necessitano senza dubbio un approfondimento serio. Il primo punto fermo che vorrei rendere chiaro è dettato dall’incombente necessità di una politica di stampo socialista. Necessità che non è solamente auspicata ma è richiesta da milioni di donne e di uomini … Continua a leggere ‘Convergenza Socialista rilancia un pensiero storico.

Europa, sedotta e abbandonata.

Oggi sentivo di sfuggita alla radio, durante una rassegna stampa, che la Germania, leader economico e politico indiscusso dell’eurozona, ha probabilmente il timore di diventare leader a causa del proprio passato non ancora abbastanza lontano. Timore o no, la Germania sembra si appresti a lasciare il resto dei Paesi europei al palo dopo aver osservato lo sfaldamento manifatturiero di Paesi importanti quali l’Italia. Nel 2010 … Continua a leggere Europa, sedotta e abbandonata.

Lady Merkel: sulla Grecia dichiarazioni infantili.

L’ultima dichiarazione della Merkel sulla Grecia è sicuramente infantile. “La Grecia non doveva essere ammessa nell’Eurozona”, rafforzato da “decisone fondamentalmente sbagliata”. Naturalmente, Lady Merkel è in piena campagna elettorale ma, comunque sia, queste dichiarazioni non le fanno onore. E’ senza dubbio vero che la Grecia ha vissuto per tanti anni al di sopra delle proprie possibilità, con un aumento degli stipendi nel settore pubblico del … Continua a leggere Lady Merkel: sulla Grecia dichiarazioni infantili.

Solo guerra! Tra interessi economici e conflitti di religione.

Lo scontro in Medio Oriente è, soprattutto, uno scontro tra sunniti e sciiti. In questo contesto, nonché storicamente, le potenze occidentali ci hanno sempre capito poco. Nella sinistra ambiguità tra la difesa dei propri interessi economici e la retorica guidata da spirito umanitario, le potenze occidentali sono riuscite a fare più danni che a trovare valide soluzioni per una pacificazione del Medio Oriente. La Siria, … Continua a leggere Solo guerra! Tra interessi economici e conflitti di religione.

Non c’è pace nel P.S.I.

Non ci crederete ma inizia già a circolare voce di un possibile slittamento del Congresso nazionale del Partito Socialista Italiano previsto dal 25 al 27 Ottobre 2013. Le motivazioni? Confusione politica, il caso Berlusconi, i dibattiti percongressuali dei partiti a noi vicini. Tutte motivazioni, a mio modo di vedere, pretestuose che puntano ad un solo obiettivo. La maggioranza del partito non esiste più e si … Continua a leggere Non c’è pace nel P.S.I.

Linee guida per un diverso P.S.I.

E’ senza dubbio vero che il Congresso nazionale del PSI sarà l’occasione per ripensare l’intera fisionomia politica, programmatica ed organizzativa del partito. Politica, visto la scarsa chiarezza nella proposta e nella direzione degli ultimi anni; programmatica, poiché, seppur condivisibile nelle sue parti, il programma attuale del partito è da ripensare; organizzativa, visto l’enorme erosione di voti, sopratutto a livello locale. Aspetto politico Nel lontano Aprile … Continua a leggere Linee guida per un diverso P.S.I.

Brevi cenni sul caso PSI.

Per un rilancio serio di un partito in “svendita” da troppo tempo (il PSI – Partito Socialista Italiano) vi è bisogno di una assunzione vera di responsabilità e, per fare ciò, dobbiamo leggere, criticamente e senza finzioni, i numeri che il PSI ha preso al Senato e confrontarli con le elezioni del 2008. Sono in pochi a parlarne. Sicuramente non ne parla la maggioranza del partito. … Continua a leggere Brevi cenni sul caso PSI.

Relazione sulla crisi bancaria e finanziaria globale.

Convegno “INVECE IL SOCIALISMO”, 1 Dicembre 2012, sala grande Centro Congressi Cavour – via Cavour 50/a, Roma. Compagne, compagni, in questa mia breve relazione cercherò di far emergere alcune problematiche e contraddizioni all’interno del sistema bancario e finanziario a noi noto. Nella storia delle società del mondo si sono susseguite crisi più o meno grandi, molte di queste di natura sistemica. Le cause principali sono … Continua a leggere Relazione sulla crisi bancaria e finanziaria globale.

NON MOLLARE!

Non mollare perchè è necessario ripensare un nuovo modello di sviluppo, alternativo, che rintracci nel benessere dell’essere umano e degli esseri viventi i suoi tratti fondamentali. Quando la struttura economica e sociale basata sulla proprietà privata dei beni di produzione diventa neo-capitalismo, la produzione localistica di beni e consumi si trasforma in produzione di massa con un aumento della concentrazione del potere economico in grandi … Continua a leggere NON MOLLARE!