Non esiste alternativa senza lotta di classe

Nel cosiddetto progressismo non esiste alcuno spazio politico autonomo, poiché già ampiamente occupato da altri, oltre al fatto che il progressismo definisce un orizzonte politico tutto interno al capitale. La nostra via, invece, è nella trasformazione strutturale della società in senso socialista. Orizzonte politico, quindi, che prevede il superamento definitivo del capitalismo con la lotta di classe. La lotta [di classe] dovrà essere su tre … Continua a leggere Non esiste alternativa senza lotta di classe

Socialismo Sinistra

Socialismo e sinistra. Definiamo i campi

Il socialismo italiano è dilaniato da confusione, miraggi e parcellizzazione delle forze. Non è detto che questo sia necessariamente un male. Così come non è un male a sinistra. La galassia socialista non deve essere riappiccicata solo sulla base di un’etichetta. Essere socialisti di per sé non significa niente, almeno oggi, se non si anima una visione del mondo, una prospettiva politica e programmatica certa. … Continua a leggere Socialismo e sinistra. Definiamo i campi

manuel santoro convergenza socialista socialismo PSI Sinistra Europea

Un primo passo per una ‘convergenza’ socialista

Definiamo il campo d’azione Per una convergenza progettuale, strategica, delle forze socialiste in Italia Il primo e ineludibile punto sul quale organizzare un ragionamento è racchiuso in una semplice domanda. Cosa è il socialismo, quali sono i suoi obiettivi politici e sociali. Scartiamo da subito quella malsana idea secondo la quale il socialismo equivalga ad una sorta di riformismo centrista, annacquatamente moderato e blairiano. Non … Continua a leggere Un primo passo per una ‘convergenza’ socialista

Socialism is now

Ius Soli: rilanciamo il dibattito con una battaglia socialista

Che Grillo oggi si curi delle conseguenze sulla vita civile e democratica degli altri Stati membri dell’Unione Europea una volta concesso lo Ius Soli in Italia, mi sembra una battuta di spirito. Il meglio del repertorio comico del leader del M5S. Se il livello del dibattito è questo, se il Parlamento è ostaggio di un dibattito su quali ‘paletti” inserire e quali togliere, come se … Continua a leggere Ius Soli: rilanciamo il dibattito con una battaglia socialista

Europa Russia sanzioni USA senato

La miopia europea. Fare gli interessi altrui, non degli europei

I ministri degli esteri degli Stati membri dell’Unione Europea hanno esteso le sanzioni alla Russia per un anno per la questione della ‘Crimea’ e Sebastopoli. Ricordiamo che in Crimea/Sebastopoli il 97,32% dei residenti decise nel 2014 di tornare a far parte della Federazione russa. Siamo o non siamo per l’autodeterminazione dei popoli? Certamente, senza alcun dubbio. In Kosovo, dopotutto, non ci sono stati strilli o … Continua a leggere La miopia europea. Fare gli interessi altrui, non degli europei

Socialismo e Costituzione

Socialismo e Costituzione

La lunga via al Socialismo, la cui essenza vive nella consapevolezza di essere strategicamente alternativo al Capitalismo, e’ un processo riformatore, graduale, evoluzionista della società. Un percorso che necessariamente dovrà attraversare fasi intermedie, popolate di lotte politiche e sociali, di scontri, di vittorie e di sconfitte. E’ mia convinzione che la prima di questi innumerevoli passaggi verso il Socialismo debba essere l’applicazione assoluta della nostra … Continua a leggere Socialismo e Costituzione

convergenza socialista socialismo unione europea

L’Europa dei pochi. Economia e finanza, poi la politica

14.10.2015 – https://convergenzasocialista.com Lasciate nel cassetto le vostre speranze sugli Stati Uniti d’Europa, sulla tanto sognata Unione politica europea. Basta leggere le 26 paginette del “Rapporto dei 5 presidenti”, relazione di Jean-Claude Juncker (presidente della Commissione europea), elaborata in stretta collaborazione con Donald Tusk (presidente del Consiglio europeo), Jeroen Dijsselbloem (presidente dell’Eurogruppo), Mario Draghi (presidente della Banca Centrale) e Martin Schulz (presidente del Parlamento europeo). … Continua a leggere L’Europa dei pochi. Economia e finanza, poi la politica

La sezione come luogo di resistenza ed assistenza civile

Nel disperato bisogno di correggere una situazione socio-economica ampiamente frantumata ed impoverita da anni di ruberie, di inettitudine politica e di immobilismo, cerchiamo di dare una mano a chi ne ha bisogno. Nel nostro piccolo questa è la missione che cerchiamo di perseguire al meglio. Le diversissime realtà italiane hanno bisogno di sostegno, di assistenza, di solidarietà mentre il Paese intero sembra accontentarsi degli slogan … Continua a leggere La sezione come luogo di resistenza ed assistenza civile

Non esiste solo l’Unione Europea

Negli ultimi giorni siamo stati testimoni del nascere di una speranza socialmente rivoluzionaria voluta da migliaia di donne ed uomini. In Grecia si è verificato quello che le sinistre europee, chi più chi meno, hanno sempre ricercato e mai ottenuto. Una vittoria politica sull’egemonia della dottrina neo-liberista intrisa di cieca auterità e di miseria sociale. Pian piano cominciamo ora, invece, ad intravedere nuove forme esistenziali, … Continua a leggere Non esiste solo l’Unione Europea

Ricerchiamo una militanza politica partecipata e territorialmente attiva

In un Paese che non cresce socialmente da troppi anni, in un’Europa che si accorge che anche la locomotiva tedesca è destinata a rallentare e fermarsi sgretolando, così, una impostazione macroeconomica del tutto fallace, e in un mondo dove regna sovrano l’imperialismo economico il quale condiziona fortemente la politica sino ai livelli più alti e suddivide i morti economicamente e politicamente importanti da quelli meno … Continua a leggere Ricerchiamo una militanza politica partecipata e territorialmente attiva

Solo guerra! Tra interessi economici e conflitti di religione.

Lo scontro in Medio Oriente è, soprattutto, uno scontro tra sunniti e sciiti. In questo contesto, nonché storicamente, le potenze occidentali ci hanno sempre capito poco. Nella sinistra ambiguità tra la difesa dei propri interessi economici e la retorica guidata da spirito umanitario, le potenze occidentali sono riuscite a fare più danni che a trovare valide soluzioni per una pacificazione del Medio Oriente. La Siria, … Continua a leggere Solo guerra! Tra interessi economici e conflitti di religione.

Sul sistema bancario e fondi speculativi.

Un paio di giorni fa, il sistema bancario italiano è stato messo ulteriormente alle corde dal declassamento del rating di 26 banche le quali, negli anni, hanno visto crescere le difficoltà a causa di una domanda in continua decrescita e di un incremento dei prestiti “cattivi”. Lo svolgersi di questo scenario è stato, senza dubbio, aiutato dalle politiche di sola austerità del Governo Monti le quali pongono, oggi, il sistema bancario italiano, nel bene e nel male dei giudizi più o meno criticabili delle agenzie di rating, tra i più deboli in Europa.

Data la matrice liberista in cui viviamo, i più forti sopravvivono mentre i più deboli soccombono, anche nel sistema bancario. E’ nota, infatti, la dinamica di come, dall’inizio della crisi dei mutui subprime, centinaia di banche medio-piccole siano fallite o siano state inglobate in banche più grandi in modo tale da accrescere il fenomeno, apparso subito problematico allo scoppio della crisi, del “troppo grande per fallire – too big to fail (vedi https://manuelsantoro.com/2012/04/02/sul-ridimensionamento-dei-grandi-istituti-bancari-e-finanziari-una-opportunita-per-la-politica/).
Continua a leggere “Sul sistema bancario e fondi speculativi.”