Ius Soli

Ius Soli tutta la vita

Ius Soli tutta la vita. E vi dirò di più. Essendo stato per tantissimi anni un ‘immigrato’ negli Stati Uniti d’America, sono favorevole allo Ius Soli come previsto dal XIV emendamento della Costituzione degli Stati Uniti. Automatico e senza condizioni. “The 14th Amendment to the Constitution was ratified on July 9, 1868, and granted citizenship to “all persons born or naturalized in the United States,” … Continua a leggere Ius Soli tutta la vita

Gli anziani ed il welfare fai da te

In una società disgregata ed impoverita come la nostra la funzione dell’anziano, del pensionato, diventa fondamentale. La pensione permette sempre più la sopravvivenza di intere famiglie ed il ruolo di supporto familiare dell’anziano smorza pesantemente i costi gestionali di famiglie in cui entrambi i coniugi lavorano e la prole ha necessità di accudimento. L’anziano pensionato permette la sopravvivenza, non solo economica, di più famiglie. Quella … Continua a leggere Gli anziani ed il welfare fai da te

Gli anziani pagano la crisi tra malattia e sopravvivenza familiare

Negli anni passati le coppie, le famiglie riuscivano tendenzialmente a costruirsi un futuro, a realizzare alcuni sogni importanti tra i quali la casa. Ora, invece, dopo diversi anni di crisi profonda, i nuclei familiari devono assorbire i colpi di un radicamento progressivo della povertà nelle loro vite e incanalare le energie per la propria sopravvivenza. Le famiglie sono costrette a contrastare il riproporsi di forme … Continua a leggere Gli anziani pagano la crisi tra malattia e sopravvivenza familiare

Il socialismo si valorizza dal basso

L’analisi del flusso dei voti sembra abbastanza chiaro e delineato. Il Partito Democratico divora con appetito il centro e dichiara inesorabilmente lo spegnimento del PSI. Spegnimento voluto, direi ricercato, dalla stessa dirigenza socialista. Ci ritroviamo, quindi, in una situazione in cui il Partito Democratico si erge a perno invincibile nel panorama politico italiano, si cementifica al suo interno visto la portata della vittoria di Renzi, … Continua a leggere Il socialismo si valorizza dal basso

Quel che siamo e quello che faremo

Convergenza Socialista è una realtà nuova e, molto presto, sarà soggetto politico giuridicamente costituito. Partito socialista e di sinistra. Quando una realtà nuova emerge, anche se agli albori ed in fase di costruzione organizzativa, ci si chiede dove si collocherà, quale progetto politico ingloberà, quale direzione politica intenderà seguire. Domande lecite alle quali cercherò di dare una mia risposta con l’aggiunta, per noi importante, di … Continua a leggere Quel che siamo e quello che faremo

Brevi cenni sul caso PSI.

Per un rilancio serio di un partito in “svendita” da troppo tempo (il PSI – Partito Socialista Italiano) vi è bisogno di una assunzione vera di responsabilità e, per fare ciò, dobbiamo leggere, criticamente e senza finzioni, i numeri che il PSI ha preso al Senato e confrontarli con le elezioni del 2008. Sono in pochi a parlarne. Sicuramente non ne parla la maggioranza del partito. … Continua a leggere Brevi cenni sul caso PSI.

NON MOLLARE!

Non mollare perchè è necessario ripensare un nuovo modello di sviluppo, alternativo, che rintracci nel benessere dell’essere umano e degli esseri viventi i suoi tratti fondamentali. Quando la struttura economica e sociale basata sulla proprietà privata dei beni di produzione diventa neo-capitalismo, la produzione localistica di beni e consumi si trasforma in produzione di massa con un aumento della concentrazione del potere economico in grandi … Continua a leggere NON MOLLARE!

LE CINQUE COLONNE.

La sinistra italiana va ripensata e ricostruita su cinque colonne programmatiche come base per una sua rinascita nella società. 1. Diritto al lavoro a tempo indeterminato 2. Diritto alla casa 3. Abbattimento della povertà 4. Diritto alla salute 5. Diritto allo studio Partiamo da un ragionamento di sistema. E’ necessario premettere che un’economia nazionale immersa in un meccanismo economico globalizzato, essenzialmente di stampo liberista, rischia, … Continua a leggere LE CINQUE COLONNE.

Costruiamo la sinistra.

Valorizziamo le idee del socialismo per la povera gente. INIZIAMO DAI TERRITORI. INIZIAMO DA GUIDONIA-TIVOLI (Idee riprese da diversi scritti degli utlimi mesi) La sinistra italiana è visibilmente in rianimazione da decenni e le cause vanno ricercate sia all’interno che all’esterno del sistema Paese. Le crisi di sistema susseguitesi nei decenni a causa dell’evolversi di incontrollati cortocircuiti dei processi finanziari hanno prodotto un indebolimento globale … Continua a leggere Costruiamo la sinistra.

Sulla territorializzazione della sinistra.

Tre motivazioni e quattro punti programmatici.

La sinistra italiana deve riprendere forma su tre motivazioni principali.

La prima motivazione giace nella necessità di ripensare un nuovo modello di sviluppo, alternativo, che rintracci nel benessere dell’essere umano e degli esseri viventi i suoi tratti fondamentali. Quando la struttura economica e sociale basata sulla proprietà privata dei beni di produzione diventa neo-capitalismo, la produzione localistica di beni e consumi si trasforma in produzione di massa con un aumento della concentrazione del potere economico in grandi società nazionali o multinazionali e con  una espansione continua dei consumi e della massa dei consumatori. Seppur questo enorme incremento delle capacità di produzione, trasporto e smistamento di beni determina l’inizio di processi di omologazione sociali, culturali e comportamentali, intaccando i costumi, le particolarità e le tradizioni, il capitale continua a rigenerare se stesso, incrementandosi, attraverso sempre la fase della produzione. Il neo-capitalismo muore, trasformandosi lentamente in qualcosa di più pericoloso quando, staccandosi dalla fase produttiva, comprende di poter alimentare se stesso a costi quasi azzerati. Il capitalismo diventa, così, un processo in cui il capitale genera se stesso senza fermate intermedie, autoalimentandosi.
Continua a leggere “Sulla territorializzazione della sinistra.”

Tra PSI, Primarie e Socialismo.

Più di una volta, nell’ormai lontano passato, scrissi che il Partito Socialista Italiano aveva il compito di diventare epicentro di un percorso di aggregazione di tutte le realtà socialiste presenti nel Paese, e, successivamente, dialogare con tutte quelle forze di sinistra concordi nell’intraprendere un percorso comune verso la costituzione di una sinistra di stampo prettamente socialista. Una sorta di convergenza di tutte le energie socialiste disponibili su idee, idealità e programmi che hanno nella libertà, nell’eguaglianza e nella giustizia sociale le direttrici di una politica virtuosamente socialista. Naturalmente tutto ciò è stato, e rimane, il mio pensiero relativamente alla direzione politica che il PSI avrebbe dovuto intraprendere, e dovrebbe tutt’oggi  intraprendere.

Continua a leggere “Tra PSI, Primarie e Socialismo.”

La Sinistra ed il deserto dei Tartari.

C’era una volta la speranza che ci induceva a pensare che avremmo potuto testimoniare alla nascita di una sinistra rinnovata nello spirito e nelle ambizioni, ed unita nei programmi. Una sinistra che avrebbe valorizzato l’essenza del socialismo, anche esso rinnovato nelle prospettive strategiche, amplificandone i caratteri di democrazia, di solidarietà e di giustizia sociale in una società povera ed impoverita nell’anima. C’era una volta la consapevolezza diffusa che, senza una politica socialista, le società martoriate dalla ferocia del capitale e del potere avrebbero subito deformazioni sociali, culturali e comportamentali con il tempo irreversibili, le quali avrebbero reso ancor più complicato la ripresa di un fronte di lotta autonomo  ed ampio. Con il trascorrere del tempo ci siamo resi conto della vaghezza e della aleatorietà di tali speranze ed in un mondo che navigava, e tuttora naviga, verso i poteri forti e costituiti, senza ostacoli, con continua perseveranza, ci rendiamo conto dello smembramento dell’alternativa socialista e di sinistra.

Continua a leggere “La Sinistra ed il deserto dei Tartari.”