Hollande vince con la destra in agguato.

Hollande vince!

Ma non dimenticherei i risultati di coloro che in molti definiscono “estremisti” oppure “anti-sistema”. Le percentuali prese dalle estreme sono pari quasi al 30% dei voti, 11% per Melenchon e 18% per Le Pen.

Entrambi incarnano, ovviamente in modi profondamente diversi, il profondo senso di ribellione e di rivolta che da troppo tempo si annida nell’animo dei meno fortunati, in Francia. Ma nel resto d’Europa non e’ diverso.
Entrambi rintracciano pezzi di elettorato emarginati socialmente ed umanamente, e nel contesto attuale di hyper-egocentrismo economico, da una parte, e di impoverimento progressivo sociale e culturale, dall’altro, il rafforzamento della destra, piu’ che della sinistra, potrebbe divenire realta’ in tempi brevi. In Francia ed in Europa.

Questo ci pone di fronte ad un obiettivo. Costruire in Italia ed in Europa una sinistra non “anti-sistema” ma “pro-nuovo-sistema” e di governo. Questo esclude, sicuramente, ogni forma di moderatismo in quanto non ci condurebbe a quelle riforme di struttura in grado di depotenziare la cavalcata delle destre in Europa.

Annunci