Manuel Santoro

Segretario politico nazionale di Convergenza Socialista

Libertà, opposizioni e Libertà ed Eguaglianza.

LA LIBERTA’

La libertà ha un prezzo. Punto.

Tutti noi sappiamo che più si vuol essere liberi più alto è il prezzo da pagare. I termini di pagamento sono molto semplici e non derogabili. Conquistare la libertà spesso significa perdere la vita. L’agiatezza, la comodità, la spensieratezza di vivere nella libertà conquistata rende spesso i popoli pigri e svogliati. Certo, con modalità diverse in tempi diversi.

Nel contesto storico, e politico, attuale è evidente come l’attuazione di un dettagliato programma di desertificazione culturale e di graduale incremento dei livelli di stress e stanchezza lavorativa, porti il cittadino ad un immobilismo snervante sempre più cronico se aggiungiamo dosi quotidiane di televisione spazzatura.

La riconquista di fette più o meno consistenti di libertà è l’effetto di rivolte popolari, scontri, opposizioni, lotte quotidiane. Chi vuole essere libero in un Paese che la libertà se la vede gradualmente svendere per infimi obiettivi non può pensare di essere nuovamente libero derogando la lotta ad altri. Ognuno di noi è chiamato a dare il suo contributo. Altrimenti non si lamenti.

LE OPPOSIZIONI

L’Italia è in una situazione democraticamente precaria. Ma è solo l’inizio. Alfano l’ha preannunciato chiaramente.
La polverizzazione del tessuto sociale, culturale ed economico è tremenda e coinvolgerà tutti mentre il progetto governativo di demolizione dello Stato così come lo conosciamo andrà avanti. Dalle opposizioni ci si aspetta un progetto alternativo, di “costruzione” di un modello di società fondato su valori ed ideali di giustizia sociale, libertà e solidarietà. Un progetto che nessuna opposizione possiede. Una visione, un obiettivo che indichi dove andremo. E, soprattutto, come ci andremo.
La latitanza delle opposizioni nella programmazione e definizione di un modello di società alternativo alle destre è il dato più sconfortante che mi sento di condividere con voi tutti. E’ evidente, poi, che oltre ad una mancanza di idee e di proposte vi è una mancanza ancora più netta e pericolosa. Almeno è così per la cultura di sinistra. La pretesa, cioè, di coinvolgere i cittadini, a sinistra, senza realmente coinvolgerli in prima persona. E’ un danno per la cultura politica di sinistra che soggetti politici, partiti e movimenti, di sinistra si organizzino sul culto di uno o di pochi perché privi di alternative per la sopravvivenza.

LIBERTA’ ED EGUAGLIANZA

La politica da oggi deve essere l’inclusione democratica dei cittadini, l’accoglienza delle idee e delle soluzioni ai problemi della società. Un soggetto politico nazionale alternativo deve organizzarsi soprattutto nei territori, lavorare nei comuni, rioni, quartieri. Entrare a contatto con le vere problematiche dei cittadini. Comprendere realmente le barriere culturali e sociali di un luogo che frenano la libera espressione di un individuo. Un soggetto politico veramente alternativo alle attuali forze della sinistra deve organizzarsi con regole democratiche che ne permetta un ricambio dei vertici costante e naturale. Ogni suo membro ha il diritto-dovere di partecipare democraticamente alla definizione della direzione politica. Questa è Libertà ed Eguaglianza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Follow Manuel Santoro on WordPress.com

Segui assieme ad altri 495 follower

Seguimi su Twitter

Archivi

Statistiche del Blog

  • 6,833 visite

La mia comunità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: