Manuel Santoro

Segretario politico nazionale di Convergenza Socialista

Libertà ed Eguaglianza. Cosa è. Cosa sarà.

Vorrei chiarire alcuni punti sul perché dell’esistenza e della necessità di un soggetto politico come Libertà ed Eguaglianza. I motivi ispiratori sono da ricercare essenzialmente nella Seconda Dichiarazione Politica dove si afferma che un nuovo modello politico a sinistra è possibile. Più compiutamente, “una sinistra che nasca dai cittadini e che si sviluppi sui territori. Una sinistra che ricerchi costantemente, e dal basso, una sintesi tra il meglio del pensiero liberale ed il meglio del pensiero socialista.”

In tale documento avevamo evidenziato come ci fossero due sinistre. Una visibile, gerarchicamente strutturata ed autoreferenziale e, quindi, lontana dal significato delle frasi sopra introdotte, ed una sinistra invisibile costituita da donne ed uomini, elettori, simpatizzanti e militanti orfani e senza più alcun punto di riferimento. Un popolo, questo, che non ricerca chi sappia capirlo e guidarlo, ma un popolo che sappia capire e guidare se stesso. Io penso che oggi, a sinistra, non ci siano forze politiche, grandi o piccole, che siano anche forze popolari. E questo semplicemente perché far crescere un popolo su alcune idee precise è un’azione educativa difficile, senza un tornaconto immediato e che richiede tantissimo tempo. E’ un investimento culturale ed, in quanto tale, non può che partire da noi stessi e dalle persone che ci circondano.

Queste due sinistre sono reali. Ed è stato interessante notare come la distinzione tra queste sia apparsa molto più netta nei tanti commenti e messaggi ricevuti alla dichiarazione politica ed ai diversi interventi post elettorali di Libertà ed Eguaglianza. Qui si è notato il netto contrasto tra chi, per vari motivi, ricerca costantemente una guida che lo soddisfi politicamente, e chi, invece, vuole provare a guidare se stesso ed, insieme ad altri, dare un proprio contributo attivo alla politica di sinistra. Qui si è notato il netto contrasto tra chi difende legittimamente, e quindi ci critica, l’azione dei grandi partiti (vedi PD) oppure chi vede nelle nuove star (vedi Vendola e dimenticandosi della tentata azione di chirurgia politica d’élite messa in atto con SeL molto prima delle regionali) una nuova possibilità per tornare a governare senza chiedersi quale popolo rappresentino, e chi invece appartiene al popolo ed autonomamente dice basta.

Libertà ed Eguaglianza si propone di accogliere chi dice basta e di voler essere un soggetto politico che faccia educazione politica e culturale valorizzando la libertà e la solidarietà.
Libertà ed Eguaglianza si propone come soggetto politico di sinistra alternativo nei metodi del far politica. Alternativo nel dar voce agli orfani della sinistra. Alternativo in quanto sia strumento nell’azione educativa e movimentista, sia nell’azione legislativa locale e centrale.

Questo soggetto politico, Libertà ed Eguaglianza, è nato da persone normalissime, del tutto comuni ma stanche di vedersi calare dall’alto promesse, intese, speranze. E’ nata così l’idea di mettere a disposizione della gente di sinistra uno strumento che fosse democratico e territoriale. Uno strumento che fosse adatto sia all’azione divulgativa dei problemi, e delle soluzioni, riguardanti un territorio, sia all’azione legislativa con la presenza nelle istituzioni, prima di tutto locali. Libertà ed Eguaglianza vuole certamente fare un’opera divulgativa ma si sta strutturando per farle diventare realtà nei territori e nel Paese.

Per fare ciò Libertà ed Eguaglianza vive di associazioni territoriali e tematiche. Questo significa che la vita di questa speranza è fatta da persone che incontrandosi discutono e decidono su tematiche che toccano prima di tutto la loro vita. Le associazioni territoriali sono essenzialmente cittadine, nel senso che coinvolgono persone facenti parte di un stesso ambiente di vita. Tali associazioni sono autonome e danno la possibilità al cittadino, al simpatizzante ed al militante di contribuire alla crescita delle proprie idee nella società.

Questo è l’unico modo per poter ritornare maggioranza culturale nei paesi, nelle città, in Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Follow Manuel Santoro on WordPress.com

Segui assieme ad altri 495 follower

Seguimi su Twitter

Archivi

Statistiche del Blog

  • 6,833 visite

La mia comunità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: