Manuel Santoro

Segretario politico nazionale di Convergenza Socialista

La forza della diversità.

Riprendiamoci il futuro.

Riavviare un discorso comune, un aggregarsi in un sussulto sociale necessario che solo durante le guerre di liberazione può verificarsi. Rianimarsi con la voglia di reagire a soprusi costanti e sempre più evidenti.

Ognuno di noi è chiamato a ricercare dentro di se la forza morale, fisica ed anche economica per contrastare criticamente lo sfacelo dell’immobilismo politico che da decenni ci attanaglia.

Ognuno di noi è chiamato al dovere di criticamente valutare il degrado del “pezzo” di società in cui vive, ed agire organizzandosi realmente e fisicamente con altri.
Il più grande errore che tutti noi possiamo fare è quello di isolarci nelle nostre coscienze sempre più scardinate e geneticamente modificate da una società monocromatica e da media rampanti ed ossessivi che ci umiliano quotidianamente con discorsi vacui. Usciamo dalla gabbia dei comfort ed aiutiamo gli altri a seguirci perché vivere oggi in Italia è, per moltissimi, come vivere in uno stato di guerra latente ma giornaliera.

Chi vive al di sotto del livello di povertà, chi è cronicamente disoccupato, chi è umanamente debole nella propria normalità e viene bistrattato moralmente, prima che economicamente, da soprusi e, in casi ben peggiori, da furti quotidiani, ha il diritto di vedere in chi sta meglio di lui una speranza, un segno di rivolta sociale e morale, una parvenza di aggregazione nel nome del senso civico e dell’umanesimo. Questi uomini e donne hanno il diritto di essere soccorsi. Ed è chi vive meglio, economicamente più tranquillo e mentalmente più sereno, ha il dovere umano di combattere nel loro nome.

Tutto questo implica un distacco netto dall’individualismo più becero e sfrenato. Un distacco netto dagli egoismi della vita. Bisogna essere diversi da come siamo oggi. Prima che pensare a dove vorremmo vivere dovremmo pensare a chi vorremmo essere. Noi con gli altri.
Compiere questo passo significa amarsi come cittadini. Andando anche oltre, amarsi come individui che sono parte di uno stesso mondo. E’ questa la forza della diversità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Follow Manuel Santoro on WordPress.com

Segui assieme ad altri 495 follower

Seguimi su Twitter

Archivi

Statistiche del Blog

  • 6,833 visite

La mia comunità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: